Consigli utili

Giardia

Cos’è? E’ un protozoo con una caratteristica forma di goccia simile ad una faccia con occhi naso e bocca.


Essa vive nell’intestino tenue del cane e di altri animali domestici, selvatici e nell’uomo causando un’infezione intestinale chiamata giardiasi.

Eziologia

La giardia presenta due forme vitali la ciste e il trofozoite.
La ciste rappresenta la forma infettante che viene espulso con le feci nell’ambiente e ne causa una contaminazione per diversi mesi.
Il trofozoita invece rappresenta la forma flagellata e mobile della giardia che vive attaccato alla superficie delle cellulle dell’intestino tenue e la sua escrezione avviene in modo intermittente complicandone la sua diagnosi.

Trasmissione

Avviene per via oro-fecale quando l’animale ingerisce le cisti attraverso il cibo, l’acqua o la terra contaminata. Quando la ciste raggiunge l’intestino tenue si rompe e libera i trofozoiti, distruggendo l’epitelio dei villi intestinali.

Diffusione della malattia

Nei cani è molto diffusa con percentuali fino al 50% nei cuccioli e negli allevamenti / ricoveri in alcuni canili raggiunge il 100% di prevalenza,
Nei gatti invece la percentuale è inferiore rispetto al cane e colpisce soprattutto gatti con età inferiore ai 3 anni.
Nell’uomo si ha una prevalenza del 2 % - 7 % nei paesi industrializzati e 5% - 50 % nei paesi in via di sviluppo. I soggetti maggiormente colpiti sono animli giovani o anziani animali malnutriti, con difese immunitarie basse. Essendo una zoonosi può essere trasmessa anche all’uomo (diarrea del viaggiatore), ed è molto periocolosa per i bambini e per le persone immunodepresse. I bambini infestati da giardia sono esposti a rischio di ritardo nella crescita e nello scarso sviluppo psicomotorio.

Il sintomo principale è la diarrea autolimitante o persistente, schiumosa con feci chiare e maleodoranti; sono associati sintomi quali anoressia, ritardo della crescita, depressione del sensorio. Questi sintomi si hanno circa una settimana dopo il contagio, con un elevata eliminazione di cisti in questa fase. Gli esami di laboratorio possono essere normali con una leggera leucocitosi o una moderata animia. Senza un adeguato trattamento terapeutico la giardiasi può protrarsi per settimane o mesi.
Per la salute del paziente e dell’ambiente è importante effettuare una diagnosi precoce, e differenziarla rispetto a parvo - coronavirus o altri parassitosi intossicazioni, terapie antibiotiche prolungate, insufficienza pancreatica e neoplasie.
La contaminazione ambientale può essere limitata se le feci vengono eliminate tempestivamente; importante è anche la pulizia del pelo che impedisce la reinfezione.

Un esame delle feci negativo non escluse la giardiasi, il test per la giardia immuno - enzimatico rapido (ELISA) è in grado di rilevare la presenza anche di piccole quantità di antigeni di Giardia nelle feci di cane di gatto.
La positività tramite questo testo ci permette di individuare l’animale che ha ingerito le cisti della Giardia e che può essere attivamente infetto e può eliminare le cisti nell’ambiente.  
Un controllo prevaccinale o preoperatorio nei cuccioli è indispensabile, è importante controllare anche cani e gatti che vengono ospitati anche in rifugi canili dove la presenza della Giardia può essere del 100%.
Anche animali adulti senza sintomi di diarrea dovrebbero essere monitorati per evitare una futura contaminazione.


Richiedi informazioni

https://www.youtube.com/channel/UC10nYjOKjbY7weW2XSz6qwQ?guided_help_flow=3

Privacy
Accetto
I campi contrassegnati con il simbolo (*) sono necessari per l'invio del messaggio